top of page

Revisione di Protesi

1C32D7FB-E5EC-4218-84DB-CF080DDF180E.JPG
573631DF-E94B-4723-BF6B-A08BF224DEA2_edited.jpg

Le principali cause di revisione di protesi sono

  • mobilizzazione asettica

  • usura delle componenti

  • mal-posizionamento delle componenti

  • frattura peri-protesica

  • instabilità

  • infezione peri-protesica

  • protesi dolorosa

 

Esse rappresentano una vera e propria sfida per il Chirurgo Ortopedico, soprattutto in quei casi gravati da importante perdita qualitativa e quantitativa del tessuto osseo e/o da deficit dell’apparato estensore.

 

Non sono da sottovalutare eventuali alterazioni del trofismo cutaneo, talvolta con perdita severa di sostanza, in esiti di plurimi interventi chirurgici.

Le revisioni protesiche possono esser eseguite in un unico tempo chirurgico (One Stage) o in un doppio tempo operatorio (Two Stage) a seconda del quadro clinico e laboratoristico repertato.                                                                                                                                                                                

REVISIONI IN TEMPO UNICO - ONE STAGE

  • Trattamento di scelta nelle revisioni asettiche

  • Rappresenta una valida opzione chirurgica in caso di infezione peri-protesica ritardata o cronica in cui sia stato isolato il germe patogeno responsabile del processo infettivo e questo sia sensibile agli antibiotici, il paziente non appartenga a categorie a rischio ed abbia subito soltanto un pregresso intervento chirurgico

  • 75% di guarigione secondo quanto descritto in letteratura

 

REVISIONI IN DUE TEMPI - TWO STAGE

  • Costituisce l’opzione più valida e sicura nei casi di infezione peri-protesica difficile da trattare sia per motivi legati al germe patogeno resistente o difficile da isolare, sia per difficoltà dal punto di vista ricostruttivo a causa di importante perdita ossea e/o mio-cutanea

  • Il doppio tempo chirurgico rappresenta un’ottima soluzione per bonificare in maniera adeguata il sito infetto, consentendo al paziente di mantenere una buona qualità di vita, grazie ad una protesi provvisoria - spacer articolare - che vicaria la funzione della protesi, e permettendo al chirurgo di pianificare in maniera ottimale il tempo del reimpianto

 

Grazie ad un’esperienza chirurgica pluriennale nel trattamento e nella gestione di casi difficili di revisione protesica, pianifichiamo accuratamente gli interventi ricostruttivi protesici, avvalendoci delle più innovative tecniche e metodiche chirurgiche apportando particolare attenzione all’utilizzo di materiali protesici biocompatibili che garantiscano un’ottimale osteointegrazione ed una resistenza all’usura sempre maggiore.

Forbici chirurgiche


Dove opero

bottom of page